+Crostata con il cocco

Categorie: cocco, crostate, uova, zucchero a velo
Commenti: Nessuno

Farcitura delicata e morbida e con un dolce profumo esotico per pasta frolla.
 
 

 

Ingredienti per il ripieno

  • cocco grattugiato: 260 gr fresco o 130 gr essiccato
  • 90 gr di zucchero a velo
  • 3-4 albumi d’uovo (circa 130 gr)
  • mezzo cucchiaino di aceto
  • per aromatizzare (facoltativo): essenza di mandorle o vaniglia
  •  
     

     

    Note & Consigli

    Con le dosi indicate realizzi una crostata da cui ricavare 6-8 porzioni.
     
    Il dolce viene ancora più buono usando la pasta al cacao. 😛
     
    I tuorli delle uova li puoi usare per preparare la pasta oppure per realizzare una crema all’uovo oppure puoi farli rassodare ed usarli in insalata. 😉
     
    Ricordati di togliere la torta dal forno appena terminata la cottura, ma lasciala raffreddare bene prima di sformarla dallo stampo.
     
    E se avanza un po’ di pasta, non buttarla!
    Puoi realizzare dei biscotti per la colazione o la merenda.
     
     

     

    Procedimento

    Se utilizzi cocco essiccato, devi farlo rinvenire mettendolo 20 minuti in ammollo in poco latte tiepido e poi scolandolo bene per eliminare il latte in eccesso.

    Monta gli albumi a neve ben ferma con lo zucchero e l’aceto, quindi unisci 3/4 del cocco e l’essenza ed amalgama bene con un cucchiaio dal basso verso l’alto.

    Prepara la crostata (classica, senza strisce o ripiena) versando prima il composto e poi distribuendovi sopra il cocco rimasto, quindi cuoci in forno preriscaldato a 180° per 20-30 minuti, coprendo la torta con carta stagnola per i primi 10-15 minuti.
     
     

    Conservazione

    La crostata si conserva a temperatura ambiente, chiusa in un contenitore o un sacchetto di plastica, e si mantiene buona per 3-4 giorni, sempre se non la finisci prima! 😀
     
     

     

    Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo nel web tramite le icone qui sopra, segui tutte le risposte tramite i Feed RSS, lascia il tuo commento nel box qui sotto o inserisci un trackback dal tuo sito.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *